Emiddio Ventre, presidente del Comitato No Vasche, continua la battaglia. Nel mirino ancora la mancanza di dati ufficiali recenti sull’inquinamento delle acque. 

newFiume_SarnoUna seduta pubblica tra Regione, amministrazione nocerina e Comitato No Vasche per capire le azioni da mettere in campo contro il progetto Grande Sarno. Si lavora per raggiungere questo traguardo a Nocera Inferiore, per continuare la lotta contro la creazione delle vasche di laminazione. L’assessore Cosenza ha infatti proposto un incontro ad hoc con il Comitato No Vasche e il sindaco Manlio Torquato. Il primo cittadino nocerino ha così lanciato l’invito all’esponente di palazzo Santa Lucia a fare tappa nella città capofila dell’Agro ed indire un summit, aperto non solo a professionisti del settore ma anche a tutti i cittadini. Sono attese conferme nelle prossime ore. “C’è davvero bisogno di un confronto diretto tra l’assessore Cosenza e noi oppositori al progetto Grande Sarno” – ha dichiarato Emiddio Ventre, presidente del Comitato No Vasche. Ma la battaglia dell’ambientalista non si ferma qui. Nel mirino, ancora la mancanza di dati recenti sull’inquinamento del fiume Sarno. Nelle prossime ore Emiddio Ventre incontrerà l’avvocato del Comitato, per cercare di capire come muoversi al riguardo. “I dati finora discussi risalgono al 2009 – ha tuonato Ventre – e tra l’altro sono raccolti in non si sa quale giorno o periodo dell’anno. Non sappiamo se in quel periodo stesse piovendo o meno, e questo – evidenzia l’ambientalista – è un dettaglio fondamentale per capire lo stato di inquinamento delle acque. L’assessore Cosenza continua a dire che il Sarno è pulito, ma non possiamo dirlo – va avanti – perché dal 2009 non ci sono più dati ufficiali. Non possiamo sapere come sono andate le cose in questi cinque anni”. emiddio-ventre Emiddio Ventre sottolinea anche dopo le ultime esondazioni che hanno interessato il territorio nocerino, l’Arpac (Agenzia Regionale Protezione Ambientale Campania) ha rinvenuto del cromo nei terreni. Dettaglio che lascia decisamente spazio a perplessità. E sarà proprio questa circostanza che Emiddio Ventre continuerà a ribadire al Tar e, se necessario, anche al Consiglio di Stato; ipotesi, quest’ultima, che sembra essere sempre più plausibile. L’auspicio del Comitato No Vasche, è che qualora si dovesse andare in Consiglio di Stato, si potrà ancora contare sulla vicinanza del sindaco Manlio Torquato, finora sempre dalla loro parte.

Fausto Ronca

CONDIVIDI