L’estate sta finendo e un anno se ne va, l’abbronzatura sbiadisce e rimane la sensazione classica del ritorno traumatico in città.  Ma non disperate, ci sono tante cose a cui pensare tra cui il lavoro e l’ossessione classica femminile: cosa indosserò prossimamente per l’ufficio e per il tempo libero? tante mise da scoprire non solo per le occasioni formali. Questa settimana con il finire del caldo Agosto vi faremo scoprire insieme a noi in esclusiva le tendenze moda per il prossimo autunno/inverno.

Rosso sensuale ed eclettico

Dallo scarlatto al bordeaux, l’inverno si srotola su un fil rouge sofisticato, che mixa lana e seta, pizzi e tessuti hi tech, geometrie e fiori. Per un inedito melting pot. I dettagli rètro danno un tocco originale al quotidiano.

Come portarlocomprate un cappotto rosso, dal taglio pulito, senza orpelli, e diventerà il tuo alleato inseparabile. Sta bene con il nero, il grigio e il bianco, ma puoi azzardare anche l’accostamento con il rosa, decisamente trendy.

Di giornoSì all’eleganza classica di capi che non passano mai di moda. un tubino, un paio di pantaloni con la piega un blazer leggermente sciancrato e una gonna alle ginocchia. Da portare con la camicia durante la settimana e con pullover fatti a mano, leggeri e caldissimi, nel weekend. Alterna al cappotto pezzi più casual o all’ultimo grido: un caban stile marinière, una giacca da cadetto oppure un piumino tecnico.

Di serascegliete le fantasie. Fiori, righe e quadri, da mixare con creatività, su basi impalpabili che sottolineano la silhouette. Con un abito non sbaglierete mai, ma potrete creare un insieme sorprendente abbinando camicia e gonna lunga.

paul smith
Paul Smith

Il grigio lunare

L’antracite e il perla si vestono dei riflessi dei metalli. Per uno stile capace di sorprendere anche di giorno. Aggiungete un pizzico di polvere silver al tailleur classico, al cappotto maschile, al tubino bon ton. E le tue giornate avranno una luce diversa, decisamente preziosa. Un paio di mocassini sono il must have nella scarpiera.

Come portarloLurex e lamè da mattina a sera, in mix con lana soffice e voluminosa effetto handmadetweed caldi dalla mano ruvida e piccoli pezzi in denim used e dèlavè, per un insieme più easy e casual.

Di giorno: Chemisier bon ton in seta oppure in lana stretti in vita da una cintura sottile e tailleur dal taglio classico, con la gonna dritta che sfiora le ginocchia. E poi, bluse morbide, camicie in cotone dalla mano serica e dolcevita sottogiacca in cashmere extrafine, coat ampi in tweed e lana spigata con colletti in pelliccia e giacche in pelle leggere e destrutturate da portare come cardigan. Sempre con un tocco shiny.

Di sera: Sì alla seta, anche in versione plissè, broccati e maglia jacquard tessuta con fili di lurex. Se dovete investire su un capo importante scegli una giacca da smoking silver, da abbinare a tutto; dall’abito a sottoveste ai pantaloni maschili.

Lanvin
Lanvin

Azzurro come il cielo

Quando meno te lo aspetti, ecco il più sereno e cristallino dei colori, a stemperare il grigio delle giornate più tristi e fredde. Quello da scegliere è polveroso, a metà strada tra il carta da zucchero e il denim dèlavè. E a sorpresa lo indossi anche la sera, vestito di satin lucido e cangiante. Calze a rete e stringate da signorina Rottenmeier, un connubio sexy e irresistibile.

Come portarlo: Con il grigio sta benissimo, soprattutto nella variante perla, ma lo si abbina anche con il blu, il nero e il bianco. E’ molto glam con il color corallo mentre con il jeans potete davvero creare effetti interessanti. Dovete osare.

Di giorno: Si fa sempre in tempo a indossare un outfit basico ed essenziale, per cui per una volta divertiti con maxiabiti fantasia realizzati con tessuti che sembrano pensati per l’arredamento, con cappotti in lana progettati per sembrare pellicce, con tailleur alla Coco Chanel maltrattati come jeans per ottenere superfici dalla mano sorprendentemente morbida ma dall’aspetto ruvido e used.

Di sera: Un abito a sottoveste o un completo tagliato come un pigiama da uomo e il gioco è fatto. Il celeste si presta alla perfezione al mix tra sopra e sotto, che puoi accentuare con decorazioni in pizzo e capi di lingerie che occhieggiano dalle scollature.

peter pilotto
Peter Pilotto

Giallo speziato e bohèmien

Accendi le tue giornate con una punta di zafferano dalle sfumature calde. Uscite dai canoni dell’eleganza classica e gioca con la tua immagine, sperimentate accostamenti cromatici inediti che stupiscono e incantano. Sottolinea la tua femminilità con grazia ed eleganza. Gli accessori più nuovi rielaborano il passato in chiave contemporanea.

Come portarlo: Il giallo non è un colore facile ma con gli abbinamenti giusti può trasformare il quotidiano. Sta bene con il nero, ma ancora di più con il color cioccolato. Se vi piace sperimentare, mixatelo ai pastelli, dal verde pistacchio al rosa stucco.

Di giorno: Abiti è l’h20 di questo autunno/inverno per tutte le nuances. In seta, velluto, lana o cotone, svasati e d’ispirazione folk oppure sciancrati e sexy come quelli di una star di Hollywood. Da abbinare a un maxicappotto oversize, sfoderato, con le spalle morbide e la linea leggermente a uovo oppure a una pelliccia anni 40, ampia, tagliata come una vestaglia, con un grande collo, anche a contrasto.

Di sera: Alternate il mood romantico a quello unisex. Indossa con la stessa disinvoltura abiti leggeri e impalpabili in seta e chiffon come quelli di una fatina e completi maschili dall’aria severa. Crea un contrasto interessante con stivali alle ginocchia e polacchini vintage. 

Chloè
Chloè

Legno caldo 

Le sfumature del bosco irrompono nel quotidiano, quelle della corteccia e dei frutti delle piante autunnali, dal castagno al nocciolo. Mai scontate, sono sempre eleganti, sia indossate nella variante tono su tono, sia abbinate alle tonalità complementari; dal verde muschio al viola mirtillo.

Come portarlo: Sintonizzatevi sull’onda di uno stile unisex, casual ma formale allo stesso tempo, fatto di trench e di cappotti tagliati come impermeabili, di blazer doppiopetto e di pantaloni con le pinces. E poi, la sera stupite con tutta la tua sensualità.

Di giorno: Partite dai pantaloni, classici e unisex, con la piega e le pinces e abbinali oltre che alle camicie anche a top e tuniche, dolcevita a coste piatte e, perchè no, a semplici t-shirt. Sopra a tutto un capo del apassato tornato in auge da diverse stagioni: il cappotto in shearling, anche rovesciato, dall’irresistibile effetto peluche. Una vera coccola per fashion victim.

Di sera: Il bosco invade anche ricami e decorazioni di broccati e sete, che propongono bouquet fioriti e rigogliosi ramage. L’abito sottoveste è un must, ma potete optare per uno stile più rock, fatto di cappe e cuissardes da moschettiere.

Fendi
Fendi

Bianco puro

E’ il colore dell’inverno, della neve, del ghiaccio. Non si può prescindere dal bianco, che lo si ami in total look o a piccole dosi. Adesso si fa ancora più prezioso, tra pellicce e cristalli, ricami fatti a mano e pizzi, cascate di perle e abiti in cashmere. Da portare la sera, ma soprattutto di giorno.

Come portarlo: Bianco su bianco, l’essenza dell’eleganza. Maxiabiti da mixare a grandi cardigan e cappotti doppiopetto, pantaloni ispirati a quelli da sci e pullover caldissimi, abiti da sera in pizzo di lana.

Di giorno: Lana in primo piano; cotta, jacquard, lavorata a mano e anche effetto infeltrito. Per abiti a ruota e chemisier, tuniche e tubini. E poi per pullover e cardigan, per giacche “da camera” e mantelle, persino per pantaloni confortevoli come tute da jogging, con incursioni di pelliccia, seta e pizzo per i capi più eleganti. Infine un grande ritorno: il montgomery, con alamari in legno.

Di sera: Un pezzo davvero speciale è la tuta intera al posto dell’abito da sera, magari in cashmere, che scolpisce una silhouette perfetta. Da abbinare a una giacca da smoking in velluto e seta e a una grande pashmina che fa da mantella. Come una zarina.

Ermanno Scervino
Ermanno Scervino

Viola chic 

Deciso e raffinato, conquista il guardaroba di stagione con il suo fascino misterioso. Country di giorno, couture la sera, disegna il profilo di una donna originale che non ama passare inosservata, capace di personalizzare il proprio look con un twist sempre speciale. La borsa è classica in ufficio, micro dall’ora dell’happy hour in poi.

Come portarlo: Con il ton sur ton non sbaglierete. Create il vostro stile personale con giochi di luci e ombre, alternando trasparenze e tessuti materici. L’accostamento giusto è con il bianco ottico, molto chic. Oppure con il cammello, davvero glam.

Di giorno: Interpreta l’attitudine bohèmienne di questa nuance in chiave neohippie. Scegliete caban e cappotti in lana check, montoni e coat in pelle con inserti in pelliccia e impunture a contrasto, abiti stampati, dolcevita slim fit da indossare sotto le giacche e pantaloni con pinces e risvolto. Le gonne sempre alle ginocchia, perfette se sono a ruota oppure a pieghe morbide e possono anche sfiorare le caviglie.

Di sera: La parola d’ordine è dandy. Sì a blazer doppiopetto dal taglio sartoriale e a pantaloni dalla linea impeccabile, magari in velluto. E se l’occasione è speciale, opta per un abito lungo da red carpet, in cady o in crèpe di seta.

Bottega Veneta
Bottega Veneta

Polvere rosa

Impercettibile, ricercato, rètro. E’ il colore rubato alla palette dei make up artist e che con il suo tocco gentile trasforma ogni donna in una principessa. Perfetto per i completi formali come per gli abiti da sogno. Per assurdo, è destinato a diventare il nuovo nero. Un classico senza tempo.

Come portarlo: Lasciatevi avvolgere e coccolare da una nuvola soffice e leggera di chiffon e seta, vestitevi sempre come una ètoile al suo debutto, sentitevi come una diva, tra cristalli e paillettes. Sul palcoscenico del tuo quotidiano. Con disinvoltura.

Di giorno: Il gioco è quello di addolcire anche i completi dalle linee più architettoniche. Giacche e pantaloni non devono mancare, da portare con top e camicie che interpretano con grinta e modernità una femminilità che s’ispira al passato.

Di sera: Maxigonne in tulle multistrato, top ricoperti di perline e paillettes e abiti lunghi impreziositi da pizzi scintillanti e da ricami di cristalli. Indossate piccole cappe e mantelle avvolgenti, in velluto di seta cangiante oppure in morbida pelliccia, come un’eroina di Jane Austen o lunghi cappotti oversize tagliati come kimono e realizzati con tessuti pregiati.

H&M Studio
H&M Studio

Nero gotico

Pizzo e chiffon, suède e pelliccia per uno stile che ammicca e seduce, a metà strada tra quello di una fanciulla rinascimentale e quello di una guerriera metropolitana. La pelle incontra la lana, il pizzo si sovrappone al broccato, il giorno si confonde con la sera. Parola d’ordine: femminilità.

Come portarlo: Nero, austero e sexy. Trasparenze anche di giorno, abiti lunghi e grandi coat in pelle d’ispirazione militare. Ma anche pullover effetto handmade e gonne al ginocchio dall’allure parigino. Nel gioco della seduzione.

Di giorno: Il cappotto è il protagonista assoluto di uno stile rigoroso, quasi scultoreo; le spalle sono ben definite, la silhouette asciutta, le lunghezze sempre sotto le ginocchia. Da portare con pantaloni maschili e gonne a tubino elasticizzate.

Di sera: Se amate i pantaloni optate per un completo in broccato o in velluto, anche uno smoking rivisitato, da indossare con una camicia bianca impreziosita da rouches e jabot, come quella di un damerino settecentesco. Oppure concedetevi il lusso di un abito lungo e prezioso, in pizzo o in chiffon di seta, da indossare con una sottoveste leggerissima, magari impreziosito da ricami luccicanti di cristalli.

Calvin Klein Collection
Calvin Klein Collection

A cura di

Alessandra Capasso