Una nota stampa del consigliere comunale del Movimento Cinque Stelle di Nocera Inferiore, Vincenzo Spinelli, intende fare alcune precisazioni sulla questione ambientale relativa alle deiezioni canine, sulla quale lo stesso aveva presentato una interrogazione in attesa di essere discussa in consiglio comunale. Il problema sarà affrontato in commissione ambientale il prossimo 14 marzo, commissione convocata dai consiglieri di maggioranza Saverio D’Alessio e Gennaro Della Mura.

Spinelli si meraviglia della tempestività con la quale, dopo anni di indifferenza al problema, e proprio poco dopo la presentazione della sua interrogazione, sia stato comunicato di voler finalmente affrontare l’argomento che rappresenta una ineludibile necessità per il decoro e l’igiene della città  e che tra l’altro è diventato una urgenza dal momento che molti cittadini si lamentano, continuamente e sempre più, a causa del poco senso civico da parte dei padroni di cani che lasciano gli escrementi in giro senza curarsi di raccoglierli.

Che coincidenza, proprio poco dopo la presentazione della mia interrogazione (1 mese), nonostante per anni la questione sia stata accantonata” – ha esclamato con ironia Spinelli.

Di seguito la nota di Spinelli:

Prendo atto che alcuni consiglieri comunali di maggioranza si sono svegliati dal torpore in cui si trovavano e si sono resi conto di taluni problemi riguardanti la nostra città come quello delle deiezioni canine convocando  la Commissione Ambiente – esordisce Spinelli. Mi fa piacere – continua- che si provi a risolvere questo problema che io stesso ho sollevato attraverso un’interrogazione presentata esattamente un mese fa che è in attesa di essere discussa in consiglio comunale.

Prendo atto, perciò, che le mie interrogazioni stimolano l’amministrazione comunale  ad affrontare alcuni problemi che ci riguardano.

Prendo atto anche della presa di coscienza di Saverio D’Alessio sulla questione “deiezioni canine”,  che è avvenuta, tuttavia, soltanto dopo sei anni e a distanza solamente di un mese dalla presentazione della mia interrogazione sul problema, tanto da spingerlo a  convocare la Commissione Ambiente di cui è presidente.

Tuttavia credo che la commissione ambiente sul problema delle deiezioni canine  abbia poteri e competenze minime, poiché la questione appartiene prevalentemente alla Giunta che come è noto è composta dal Sindaco e dagli Assessori, con la conseguenza che il problema sarebbe preferibile affrontarlo con un consiglio comunale dove il Sindaco o l’Assessore al ramo rispondono ufficialmente alla mia interrogazione.

Esorto, pertanto – conclude il consigliere del M5S – il presidente del Consiglio comunale Fausto De Nicola a convocare  il question time affinché la mia interrogazione possa essere discussa al più presto”

Per completezza di informazione si riporta parte del testo dell’interrogazione presentata il 9 febbraio 2018

CONSIDERATO CHE

  • camminare sui marciapiedi in cui sono presenti escrementi animali non risulta essere un’impresa facile per i cittadini e che in alcune zone tale fenomeno ha raggiunto dei livelli di una preoccupante indecenza;
  • le deiezioni canine abbandonate sulle strade e sui marciapiedi rappresentano un problema non solo di natura civica ma anche di natura igienico-sanitaria potendo le stesse provocare problemi alla salute dei cittadini e sopratutto alle fasce più esposte come anziani, bambini, ipovedenti;
  • amare gli animali significa comunque rispettare delle regole di civiltà e di educazione oltre che di igiene;
  • si rende necessario debellare il suddetto fenomeno che lede anche il decoro urbano;

Tanto premesso e considerato si propone al Sindaco e alla Giunta la seguente

INTERROGAZIONE

  1. si chiede se esiste un’ordinanza sindacale avente ad oggetto il divieto di abbandono delle deiezioni canine sulle strade e sui marciapiedi;
  2. nell’ipotesi in cui la suddetta ordinanza dovesse già esistere, si chiede, di sapere quante contravvenzioni sono state irrogate in virtù della suddetta ordinanza;
  3. nell’ipotesi in cui non dovesse esistere un’ordinanza sindacale in materia di deiezioni canine, si chiede se si intende emanarla;
  4. si chiede di sapere se esiste uno specifico piano di pulizia e disinfestazione dei marciapiedi delle nostra città a causa delle deiezioni canine da parte della società partecipata Multiservizi deputata alla pulizia della nostre strade e con quale frequenza tale piano dovrebbe essere realizzato;
  5. si chiede di conoscere più in generale quali sono i provvedimenti e le azioni che si intendono adottare per scongiurare effettivamente il fenomeno dell’abbandono delle deiezioni canine;
CONDIVIDI