Quasi centomila persone hanno riempito il Parco Urbano nei sei giorni di eventi.

Il maestro Enzo Avitabile, sul palco nell’ultima serata della kermesse, batte virtualmente Bennato (ospite della serata di martedì 3) portando al Parco Urbano di San Marzano sul Sarno, ribattezzato per l’occasione ‘sul Sound’, una folla immensa che balla e canta al ritmo dei Bottari. Commovente e spettacolare il ricordo di Pino Daniele.

Si chiude così la settima edizione dell’Okdoriafest che ha registrato ogni sera un record di presenze sempre crescente fino al pienone finale con Avitabile. “Siamo andati oltre le più rosee attese – il commento degli organizzatori, Marco De Simone, Mimmo Esposito e Pietro Paolo Coppola – e a breve ci sarà una sorpresa per tutti i fan di questo festival”.

Positivo anche il bilancio dell’amministrazione Annunziata che riceve sul palco il premio per l’ospitalità dagli organizzatori. Lo stesso Sindaco ringrazia tutti e ribadisce: “questa non è la festa di Angri o di San Marzano, questa è la festa dell’Agro!”.

Soddisfatti tutti in una festa che ha saputo dimostrare che quando c’è un buon coordinamento di pubblico e privato si possono fare grandi cose. Non mancano i piccoli nei, ma lo staff organizzativo è continuamente al lavoro per rendere sempre più perfetta ogni edizione.

Al Parco Urbano le luci si spengono e si dà appuntamento all’edizione del prossimo anno, anche se a breve potrebbe esserci qualche novità.

CONDIVIDI