Nuovi paletti in via Pucci, nei pressi della Caserma Tofano, a Nocera Inferiore delimitano i due opposti sensi di marcia della carreggiata impedendo la corsa passaggio di autoambulanze in emergenza.

È di recente realizzazione, in via Pucci a Nocera Inferiore, sul rettilineo che conduce a Via Rea nei pressi della Caserma Tofano (la Caserma Rossa, per intenderci), la delimitazione della carreggiata tra i due opposti sensi di marcia con paletti rossi e bianchi. Un discutibile provvedimento di viabilità, finalizzato evidentemente ad impedire i sorpassi e ridurre il pericolo di incidenti su una strada in cui le autovetture, per non farsi bloccare dal rosso dei più semafori presenti tra Via Pucci, Via Rea e Via Napoli, erano solite procedere a velocità sostenuta. Chi ha disposto il provvedimento di viabilità non ha fatto i conti però con una circostanza. Quella in cui malauguratamente un’autoambulanza dovesse trovarsi in emergenza a dover attraversare via Pucci provenendo da Via Napoli e diretta verso l’Ospedale Umberto I, dovendo attraversare necessariamente quella strada perché l ‘unica  che le congiunge. Infatti, in tal caso non avrebbe lo spazio necessario per poter sorpassare, anche se le auto si accostassero al marciapiedi, perché con questa nuova delimitazione lo spazio della carreggiata risulta insufficiente a far transitare un’ambulanza che fosse costretta a sorpassare. Insomma non c’è spazio per due veicoli che procedono parallelamente. La corsia deve essere di 3,50 metri.

È pur vero che il tratto interessato (quello poco dopo la Caserma Tofano e il primo semaforo all’incrocio tra Via Rea e Via Dentice D’Accadia) è breve, ma l’eventuale semaforo rosso impedirebbe ad un’ambulanza proveniente da via Napoli di raggiungere in celerità l’ospedale e quella è l’unica strada percorribile verso l’Umberto I, non essendoci alternative come per chi invece verrebbe dall’ospedale, che potrebbe percorrere Via Francesco Solimena o via Bosco Lucarelli per evitare quell’ingorgo.

Sarà stata una buona iniziativa?

CONDIVIDI