higauinOggi il Napoli affronterà al “San Paolo”, nel posticipo del sabato sera, il Chievo Verona. Gli azzurri devono centrare la vittoria contro gli scaligeri per continuare ad insidiare la Juventus capolista, che dista appena tre punti. Inoltre, gli uomini di Sarri devono guardarsi le spalle, visto l’arrivo di una nuova contendente alla seconda piazza, la Roma che, dopo la vittoria di ieri contro la Fiorentina si è candidata ad un posto per conquistare l’accesso alla Champions League senza passare dal turno preliminare. Servirà quindi una vittoria per ritrovare i tre punti che mancano da circa un mese, l’ultima vittoria risale al 7 febbraio contro il Carpi, appena tre partite or sono.

Le parole di Sarri alla vigilia della gara:
“Squadra difficile, molto solida fisicamente e forte in trasferta. I ragazzi sanno che contro il Chievo Verona sarà una partita molto dura”. I numeri non si discutono. E dimostrano che la squadra fisicamente sta molto bene. Grandissima prestazione a Firenze contro quella che, forse, è stata la miglior Fiorentina della stagione. I risultati raccolti nel mese di febbraio non rispecchiano la qualità delle prestazioni offerte. I tifosi possono stare sereni. Daremo tutto fino all’ultima giornata. I  sogni si alimentano soltanto con le vittorie. E per vincere domani servirà una grande prestazione”. 

Il tecnico Maran motiva i suoi uomini:
“La mentalità deve essere quella di superare se stessi. Dobbiamo andare oltre i nostri limiti. Dobbiamo dare sempre più del 100%”.
Il Napoli è una squadra che ha individualità, ha un buon complesso di gioco, la fame necessaria. Per quel che riguarda noi, dobbiamo guarda il casa nostra e elevare alla massima potenza le nostre qualità. Siamo una squadra che quando sa essere compatta e solida dà fastidio, dobbiamo cercare di fare questo. Credo sia difficile fermare Higuain. I numeri sono dalla sua parte, è un giocatore con grande temperamento”.

COME ARRIVANO GLI AZZURRI – La squadra lavora a Castelvolturno dove si sono riaggregati al gruppo il terzino Ivan Strinic e il centrocampista offensivo Omar El Kaddouri. Mister Sarri dovrà fare a meno dello spagnolo Albiol, fermato da una squalifica, e al suo posto ci sarà Chiriches. Per il resto sarà confermata la classica formazione del tecnico toscano, con il solo Callejon che potrebbe riposare a favore di Mertens.

COME ARRIVANO I GIALLOBLU – Come per gli azzurri anche Maran perde un uomo fondamentale del suo scacchiere. Al San Paolo non ci sarà l’esperto Gobbi, il quale verrà sostituito da Frey. Tornano a disposizione Spolli e Pinzi, recuperati anche Pepe, Hetemaj e Meggiorini. Indisponibili Inglese, Gamberini e Izco.

LE PROBABILI FORMAZIONI

Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, CHiriches, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Higuain, Insigne. A disp.: Gabriel, Rafael Cabral; Vasco Regini, Luperto, Strinic, Maggio; Valdifiori, David Lopez, Grassi, Chalobah, El Kaddouri; Mertens, Gabbiadini. All.: Sarri

Chievo Verona (4-3-1-2): Bizzarri; Frey, Dainelli, Cesar, Cacciatore; Castro, Radovanovic, Rigoni; Birsa; Mpoku, Pellissier. A dispo.: Seculin, Bressan; Sardo, Spolli, Costa; Ninkovic, Hetemaj, Pinzi, Pepe; Meggiorini, Floro Flores. All.: Maran

Gianfranco Collaro