Il maltempo colpisce duramente la Campania con allagamenti e smottamenti. Numerosi danni nell’Agro e in Costiera Amalfitana.

Il brusco cambiamento del tempo meteorologico di questi giorni, che da domenica sta colpendo l’Italia, non ha risparmiato danni anche alla Campania. Situazione particolarmente critica è quella dell’Agro nocerino-sarnese e della Costiera Amalfitana, dove gli allagamenti e gli smottamenti hanno mandato completamente in tilt il traffico, con lunghe code provenienti da Napoli per raggiungere la Costiera, a causa della caduta di fango e pietre nel tratto compreso tra Ravello e la località Passo e a Tramonti.

Ancora più critica la situazione a Positano, in particolare per le frazioni di Montepertuso e Nocelle, dove le scroscianti piogge hanno trasportato a valle, fino alla spiaggia, detriti, fango, enormi massi e qualunque altra cosa abbiano trovato, danneggiando anche alcuni mezzi addetti alla raccolta dei rifiuti. I canali di scolo delle acque sono intasati dai detriti. Una situazione peggiorata anche dai ripetuti incendi della appena trascorsa estate. Inevitabili le ordinanze di sgombero. Ad Angri c’è stata una frana, a Nocera Inferiore, la scorsa domenica, è crollato un intonato durante la notte, per fortuna senza danni a persone. Al momento il sindaco ha disposto  l’allerta meteo e la chiusura della scuole da lunedì.

Ben trentotto famiglie sono a rischio di evacuazione tra Nocera Superiore e Cava de’ Tirreni. Ordinanze di sgombero sono state emesse dai rispettivi sindaci, in particolare per alcune aree al di sotto di costoni a rischio di frana a causa degli incendi boschivi di questa estate che hanno completamente distrutto la vegetazione.

Volontari della Protezione civile e vigili del fuoco sono a lavoro costante per limitare i danni a cose e persone.

CONDIVIDI