L’influenza di stagione sembra essere la protagonista di queste vacanze e della fine del 2016. Addirittura sono 1 milione gli italiani a letto, mentre se ne prevedono 7 entro febbraio.

12791044_10207079940734622_6828754049077207411_nNe abbiamo parlato con il dottor Armando Cozzolino, medico salernitano e vicepresidente S.I.G.M.(Segretariato Italiano Giovani Medici), che ci ha spiegato quali sono le cause, i sintomi e la cura di questa influenza.

“Innanzitutto va specificato che l’influenza è causata da virus e non da batteri, per cui non è indicato l’uso di antibiotici, che agiscono appunto sui batteri e non sui virus – spiega Cozzolino. Fino a quando non sopraggiungono sintomi importanti (che sono molto soggettivi, ma generalmente variano dal semplice malessere a dolori osteomuscolari, ad alterazioni gastrointestinali e febbre alta) è sufficiente riposo a caldo per 3-5 giorni ed eventualmente tachipirina in caso di febbre oltre i 38. Solo in caso di sovrainfezioni è possibile che il quadro si complichi e potrebbe essere necessario passare a terapie più forti”.

Quest’anno il virus sembra essere molto aggressivo ed il contagio avviene tramite vicinanza. I baci, gli abbracci per lo scambio di auguri, quindi, fanno purtroppo il loro ruolo negativo.

Gli esperti avvertono di fare attenzione agli sbalzi termici, consigliano di non lavarsi troppo spesso le mani e – ai spggetti più fragili come bambini ed anziani – consigliano il vaccino per i quali è gratis, mentre per gli altri ha un costo di 10 euro.

Anche l’alimentazione gioca il suo ruolo a scopo preventivo: molto importante assumere cibi che contengono vitamina C come le aranze e quelli contenenti vitamine del gruppo B.

Simona Borzi

CONDIVIDI