Figli in provetta da tre genitori: la Gran Bretagna tenta la sperimentazione dell’anno

Tanti sono stati i cambiamenti che la scienza è riuscita ad apportare in materia di gestazione e nascite. Oggi avere un figlio è più facile e più sicuro. Sono migliorate le tecniche del parto e anche chi non credeva nella possibilità di vivere una gravidanza, con la sperimentazione oggi può provare questa emozione. In Gran Bretagna però hanno voluto osare, ed ecco che l’Università di Newcastle ha avviato la sperimentazione per avere un bambino in provetta da tre genitori.

Detto così sembra complicato e a tratti assurdo ed invece il meccanismo è semplice e presenta anche una spiegazione valida in termini di tutela della salute di mamma e nascituro. Infatti la ricerca si pone il fine di evitare la trasmissione di malattie ereditarie rare per via materna. Si sostituisce il Dna contenuto nelle centraline energetiche della cellula (mitocondri) della madre portatrice della malattia con quella di una donna sana.

Si può però parlare realmente di tre genitori dal momento che il bambino deve portare in sé la costituzione genetica di un papà e una mamma? le ombre su questa ricerca sono ancora tante anche se già entro la fine di quest’anno si potrà assistere al primo parto scaturito da questo studio. A controllare il tutto ci sarà la Human Fertilisation and Embriology Authority (HFEA) che sin dall’inizio ha autorizzato e finanziato il progetto.

 

Valentina Paluccio

CONDIVIDI