I fantasmi di Buckingham Palace: le accuse di Carlo a Filippo

Le ombre sul Palazzo Reale più chiacchierato del mondo si presentano sempre più potenti anche molti anni dopo. La memoria della compianta Diana Spencer resta infangata da rivelazioni che mancano di tatto e storie da corridoi che di certo non saranno tollerata dall’integerrima regina.

È uscita infatti una nuova biografia del principe Carlo nella quale si sbottona sui retroscena dello sventurato matrimonio con la bionda principessa. Nello scritto Carlo racconta della forzatura, da parte del padre Filippo, nel fargli sposare la giovane Spencer che, a detta dell’erede al trono, aveva visto solo dodici volte prima delle nozze. Carlo, in particolare, sottolinea una certa fretta, da parte della famiglia, nel cercare questo matrimonio, nonostante i due non si conoscessero bene e quindi imputa a questa vicissitudine l’andamento sbagliato della loro storia. Addirittura, continua Carlo, “ho desiderato disperatamente annullare il matrimonio quando durante il fidanzamento ho scoperto quanto fossero pessime le prospettive, non avendo avuto alcuna possibilità di conoscere Diana in anticipo”. Il libro riporta anche alcune confessioni del giovane principe agli amici. Carlo, consapevole della vita austera di palazzo, si sente in colpa per aver trascinato la giovane Diana in una realtà diversa e difficile per lei da gestire. Ma ciò che non lascia indifferenti è anche il ritratto che emerge di Filippo, un padre austero che avrebbe reso il figlio insicuro e che avrebbe parteggiato sempre per Diana, inviandole una lettera relativa al rapporto sempre discusso tra Carlo e Camilla.

Tutto ciò non ha ovviamente lasciato indifferenti tutti i maggiori tabloid inglesi che seguono sempre con attenzione le vicende di palazzo. Sembra quindi che l’affair Carlo-Camilla-Diana non riesca ad essere archiviato e anzi aggiunge tasselli ad un puzzle già molto complicato e ricco di elementi.

Valentina Paluccio

CONDIVIDI