Luigi De Magistris
Luigi De Magistris

“Mezze pippe e fior di farabutti anche nel PD”, le parole del governatore Vincenzo De Luca inserite in un ragionamento più ampio sugli avversari del Movimento 5 Stelle e sullo stato del PD sollevano reazioni da parte di molti esponenti politici. Per Gaetano Amatruda, vice coordinatore provinciale di Forza Italia Salerno, riferendosi ai “bersagli” di De Luca: “Dica chi sono! Altrimenti e’ ‘omertà mafiosa’ o populismo a tanto al kilo contro la sua comunità. Un po’ vigliacco come stile…”. Reazione indignata anche di Massimo Grimaldi, capogruppo di Caldoro Presidente in regione:”Il Pd non è il mio partito. Non lo sarà mai, ma ho grande rispetto per i suoi dirigenti e per la comunità. L’uscita del presidente De Luca, che parla di farabutti e pippe, offende elettori, quadri e sindaci, alimenta il clima dell’antipolitica ed espone amministratori e militanti. In questa fase storica il populismo volgare distrugge tutto. Mi auguro chiarisca e chieda scusa”. Addirittura anche il sindaco di Napoli Luigi De Magistris interviene sulla vicenda:”Sono parole pesanti. Io non riuscirei a stare in un partito dove ci sono i farabutti. Il problema è il suo, evidentemente ci sta bene”. Fuori dal coro l’imprenditore Gianni Lettieri, sconfitto proprio da De Magistris alle ultime amministrative a Napoli: “Mentre De Magistris a Napoli fa solo annunci da anni, De Luca porta nella nostra città nuovi bus e installa video sorveglianza ai Decumani. A me interessano i fatti, a prescindere da chi li fa”.

Marcello D’Ambrosio

CONDIVIDI