Il nome di Dario Sammartino è ormai da tempo conosciuto nel mondo del poker che conta: grazie a una lunga serie di successi portati a casa negli ultimi anni, il pro player napoletano è riuscito infatti a scalare rapidamente le classifiche più importanti, ponendosi ormai in maniera fissa nella lista dei maggiori campioni italiani. Non poteva dunque chiudersi nel migliore dei modi per lui il 2018: è di pochi giorni fa, infatti, la notizia dell’ennesimo trionfo di Sammartino, ossia la doppia vittoria nel Sunday 500 e nel Sunday Supersonic dell’High Roller Club, per un bottino complessivo di circa 58.000 dollari.
Nei due tornei organizzati dal sito PokerStars, il talento campano si è reso protagonista di due grandissime prestazioni, che l’hanno proiettato al primo posto di entrambe le gare domenicali con il nick “Secret_M0d3”. Nel primo torneo della serie High Roller Club, il Sunday Supersonic 6 Max Hyper Turbo, Sammartino è riuscito a sbaragliare la concorrenza di altri 170 giocatori, chiudendo in finale contro “roo_400” e “Pimmss”: al campione napoletano sono andati oltre 35.000 dollari di premio contro i 26.798 dollari del secondo posto e i 20.397 del terzo.

https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/c/c4/Dario_Sammartino.png

Autore: Giacomo Seics – Licenza: Creative Commons 4.0

Solo poche ore dopo, Dario Sammartino ha bissato il successo nel Sunday 500, torneo con buy in di 530 dollari e 244 iscritti totali, per un montepremi totale di 122.000 dollari. Ad arrivare nelle fasi finali della gara con il nostro corregionale sono stati Samuel “€urop€an” Vousden e “edudrake1987”: il primo si è fermato a un premio di 16.558 dollari, il secondo a 12.701, contro un primo posto da ben 22.399 dollari finiti nelle tasche di Sammartino.
I due splendidi risultati hanno consentito dunque a Dario Sammartino di chiudere alla grande il 2018, un anno che già aveva dato diverse soddisfazioni al player campano, a partire dagli ottimi posizionamenti ottenuti alle World Series of Poker tenutesi a Las Vegas da maggio a luglio. Un buon 15esimo posto nell’evento #49, il $ 10,000 Pot-Limit Omaha 8-Handed Championship e, soprattutto, il terzo posto nell’evento #23, il $ 10,000 No Limit 2-7 Lowball Draw Championship, hanno infatti rappresentato un momento di grande intensità per il pokerista napoletano, con il solo rammarico di aver ceduto proprio nelle battute finali allo statunitense Brian Rast perdendo l’occasione di portare a casa l’ambito braccialetto destinato ai primi classificati.

Grazie ai numerosi successi ottenuti in pochi anni di attività in giro per il mondo, dall’Egitto a Malta a Parigi, fino a raggiungere il primo posto nella leaderboard del GPI Player Of The Year 2017, Sammartino si è imposto come uno dei più talentuosi e apprezzati giocatori di poker non solo a livello nazionale ma anche nei circuiti internazionali più importanti, ritagliandosi uno spazio di grande rilievo tra i nomi più conosciuti anche al grande pubblico.
Con queste premesse, anche il 2019 sembra dover partire con il piede giusto: ormai riconosciuto da più parti come uno dei migliori talenti nostrani nell’ambito del poker internazionale, Sammartino potrebbe infatti essere presente anche in una delle principali manifestazioni in programma nei prossimi giorni. Voci di corridoio parlano infatti di una sua partecipazione assieme ad altri grandi nomi al PokerStars Players NL Hold’em Championship (PSPC), l’evento definito come uno spartiacque nella storia dei tornei di poker live, in programma anche quest’anno a Nassau, nelle Bahamas.

http://www.pokerstars.it/it/blog/intervista_sammartino_super_high_roller.jpg

Fonte: PokerStars

All’importante evento prenderanno parte alcuni dei più apprezzati player italiani e vincitori del Platinum Pass, tra cui Andrea Benelli, Giuseppe Caridi, Simone Speranza, Gianluca “Tankanza” Speranza e Salvatore Donato, oltre ai nostri connazionali residenti all’estero Rolando Camardese e Filippo Filardo. A loro pare che si aggiungeranno anche altri importanti nomi, come quello di Sammartino appunto, ma anche Mustapha Kanit e Raffaele Sorrentino, oltre a Giuliano Bendinelli e Walter Treccarichi, per un roster d’eccezione che assomma un grandissimo numero di vittorie conseguite in giro per il mondo negli ultimi anni.
Non resta dunque che seguire i prossimi passi del nostro campione, a partire proprio dal PSPC, per vivere con lui tutte le emozioni di un gioco appassionante e ancor più coinvolgente quando a distinguersi sul tavolo verde è un talento nostrano, in grado di portare alto il nome della propria città e della propria regione in tutto il mondo.

CONDIVIDI