Fabio Tamburro, componente della segreteria provinciale salernitana del PD, è il commissario del circolo cittadino del Partito Democratico di Nocera Inferiore
Fabio Tamburro, componente della segreteria provinciale salernitana del PD, è il commissario del circolo cittadino del Partito Democratico di Nocera Inferiore

Da pochi giorni Fabio Tamburro, salernitano, commercialista e delegato agli enti locali nella segreteria provinciale del PD Salernitano, è stato indicato, come previsto dallo statuto del Partito Democratico nei casi in cui il coordinatore di circolo si dimetta, commissario del circolo PD città di Nocera Inferiore. Su Tamburro pare esserci esserci stata una convergenza tra l’indicazione della segreteria provinciale guidata da Nicola Landolfi e i democrat nocerini. Dopo le dichiarazioni della segretaria provinciale dei Giovani Democratici e dirigente provinciale e cittadina del PD Federica Fortino, a confermarlo anche Alfonso Oliva, ultimo coordinatore cittadino che nel luglio 2016 ha rassegnato le dimissioni dal suo incarico. “Ritengo che il commissariamento del circolo PD della città di Nocera inferiore fosse doveroso e giusto. Sono contento che la scelta, quale commissario, sia ricaduta su Fabio, che stimo e con il quale ho avuto modo di lavorare durante il mio mandato di coordinatore del Partito Democratico di Nocera. Appena appresa la notizia, gli ho fatto i miei migliori auguri per il nuovo incarico nonostante – prosegue Alfonso Oliva – si troverà ad operare in uno scenario delicato. Ci sono tanti nodi da affrontare e sciogliere. Definire in maniera chiara e netta il rapporto tra il PD e l’attuale amministrazione, prima di tutto. Avviare il tesseramento, affinchè, dopo le amministrative, possa tenersi il congresso e porre fine alla gestione commissariale del PD di Nocera. Sono convinto che Fabio sia la persona giusta e che sarà capace di interloquire, all’interno del Pd, con tutti. Ritengo che in passato ci siano stati eccessivi personalismi. Infine auspico che il rappresentante del Pd nell’amministrazione Torquato, possa avere il supporto di un partito che finora è mancato, non riuscendo ad incidere nel modo in cui doveva e poteva essere per la città e i cittadini”.

Marcello D’Ambrosio