di Emilia D’Alessandro

19/07/2013- Oggi 19 Luglio ricorre il ventunesimo anniversario della strage di Via D’Amelio, ove persero la vita, in un efferato attentato, il Giudice Borsellinopaolo-borsellino e la sua scorta. Il giudice quel giorno andava a fare visita alla madre. Uomo tra gli uomini..
Con il direttore di Lèggi, Simona Borzi, abbiamo deciso che non potevamo non lasciar correre questa commemorazione senza spendere un rigo per un siffatto sacrificio, ma vogliamo farlo a modo nostro.
Ho mutuato il titolo da un famoso romanzo di Gabriel Garcia Marquez ”Cronaca di una morte annunciata”, perché nessuno ignora che Borsellino fosse perfettamente consapevole di vivere fianco a fianco con la morte.
In questo ricordo non intendo né ripercorrerne la Storia, né la cronistoria di quel giorno, né tantomeno voglio cedere alla tentazione di una retorica, non permeata dall’alta accezione del termine, ma intrisa di luoghi comuni, tendenza sempre più in voga. La Storia esige pragmatismo e lucidità, in quanto non è cosa da poco trasmettere ai posteri il divenire dell’uomo.
L’ammirazione e la commemorazione di Borsellino, come quella per il suo amico e collega Falcone, deve essere necessariamente liberata dalle scorie e dagli orpelli infiorettati che ce li trasmettano in qualità di eroi, è un modo distorto di crearne il mito. Sono certa che loro per primi non amerebbero essere considerati “eroi”. E solo Dio sa quanto abbiamo bisogno di miti, in grado di ridare dignità e ruolo ad una terra martoriata dalla Mafia, dalla Camorra, dalla mancanza di un futuro certo.
Borsellino non è un eroe, l’eroismo presuppone l’eccezionalità, anzi la esige. Borsellino, come d’altra parte Falcone, è un uomo caduto nel compimento del proprio dovere, è un uomo che amava la sua terra, il suo lavoro, la sua famiglia e sognava per tutti un mondo migliore.
Per questo oggi dovrebbe essere la celebrazione del DOVERE, compiuto incondizionatamente. Dovrebbe essere il giorno della regola e non dell’eccezione.
Non chiamiamolo più eroe, sminuiremo solo la sua grandezza.

CONDIVIDI