Sanremo 2019. La vittoria Mahmood: la sua “Soldi” nella bufera, mutilata del consenso del pubblico. 

E’ terminata da poche ore la serata conclusiva del Festival della canzone italiana, la kermesse giunta alla 69esima edizione, seguita quest’anno da una media di 10 milioni e 622 mila spettatori. Solo dopo l’1 di notte si è saputo il nome del vincitore che ha spiazzato tutti, pubblico a casa e quello dell’Ariston che si è fatto sentire con i fischi.

La polemica e i malumori erano già iniziati dopo la lettura della classifica generale che ha visto la favorita Loredana Bertè solo quarta per poi esplodere alla vittoria del giovane 26enne Alessandro Mahmood con il brano “Soldi”, legato alla rabbia verso un padre assente.Con lui sul podio, Ultimo con “I tuoi particolari” e Il Volo con “Musica che resta”.

La polemica si è accesa nel momento in cui il vincitore è stato decretato non dal pubblico a casa ma dai voti della giuria d’onore composta da Mauro Pagani, Elena Sofia Ricci, Joe Bastianich, Claudia Pandolfi, Serena Dandini , Camilla Raznovich e Beppe Severgnini e dalla sala stampa che inoltre ha conferito il proprio premio alla canzone “Argento Vivo” di Daniele Silvestri e il rapper Rancore. I voti del pubblico a casa: 46,5% per Ultimo, 39,4% per Il Volo e solo il 14,1% per il vincitore. La sala stampa ha influito per il 30% mentre la giuria d’onore per il 20%. Qui si sono accese le accuse del pubblico del web che ha parlato di vittoria strumentalizzata per fini politici soprattutto per le questioni sull’immigrazione. Mahmood infatti è figlio di un immigrato egiziano e madre sarda ma è nato in Italia nel 1992.

Non è il primo Festival che vive polemiche del genere ma si sa, Sanremo è anche questo. L’anno scorso infatti i vincitori Ermal Meta e Fabrizio Moro hanno vissuto problematiche legate ad accuse di plagio riguardo la loro canzone “Non mi avete fatto niente”.

Dispiace che un evento che dovrebbe unire il pubblico italiano diventi teatro per sfoghi e scontri, dispiace molto che il voto del pubblico a casa abbia perso la sua importanza negli anni a favore di personaggi che, forse, non dovrebbero avere un potere di voto così alto.

Valentina Paluccio

CONDIVIDI