Bandiera neonazista a Firenze. Cirielli (Fratelli di Italia): “Solidarietà ai carabinieri della caserma di Baldissera. Pagherò un corso di storia agli intellettuali di sinistra”

Sono finiti al centro di polemiche e reazioni di sdegno nel mondo politico, i militari della Caserma Baldissera a Firenze, dove ha sede il 6/o Battaglione, per l’esposizione all’interno della stessa (e visibile dall’esterno) di un vessillo della marina imperiale tedesca. Sembra, però, che la bandiera, scambiata per una bandiera del Terzo Reich, non sia invece tale, dal momento che non contiene la svastica ma solo il simbolo della Marina imperiale tedesca risalente alla Prima Guerra Mondiale quando il Nazismo ancora non esisteva.

All’indomani della vicenda, a prendere le difese dei militari della Caserma Baldissera e contro “gli intellettuali di sinistra” è l’onorevole Edmondo Cirielli, deputato di Fratelli di Italiache ha affermato: “Nel maldestro tentativo di screditare le forze dell’ordine, che ogni giorno garantiscono la sicurezza degli italiani, gli intellettuali di sinistra hanno non solo confermato un’intollerabile ossessione verso il mondo della destra ma rivelato un’ignoranza senza precedenti”, esprimendo solidarietà ai carabinieri della caserma Baldissera ed annunciando l’intenzione di promuovere una colletta per finanziare un corso di storia agli intellettuali di sinistra”.  “Emilio Fede – ironizza Cirielli – avrebbe apostrofato i noti intellettuali con la tradizionale frase: Che figura di m”….!

CONDIVIDI